Back to top

MASSIMODECARLO presenta Fragile and Unregulated, una mostra a cura di Brian Rochefort realizzata per MASSIMODECARLO VSpace.Fragile and Unregulated è un nuovo episodio di una serie di mostre curate dagli artisti rappresentati dalla galleria concepite per il nostro spazio virtuale. Per questa occasione, Brian Rochefort ha immaginato una mostra che riunisce pittori e scultori astratti che pur nel loro stile non rappresentativo mantengono un legame con la figurazione e riflettono sul mondo e sulla natura.

Fragile and Unregulated presenta una selezione di opere degli americani Julian Hoeber, Maysha Mohamedi, Spencer Lewis e dello stesso Brian Rochefort, dell’artista cinese Zhang Enli e del duo francese Tursic & Mille. Rochefort ha coinvolto per questo progetto una serie di artisti che sembrano accomunati da un segno e da una tecnica simili pur mantenendo la propria unicità̀ nella composizione e nell’uso del colore,

Zhang Enli (nato nel 1965 a Jilin, Cina. Vive e lavora a Shanghai), noto principalmente per i suoi dipinti simbolici e figurativi, pratica l’astrazione attraverso pennellate dissolte e aperte che danno vita a opere avvolgenti e dinamiche. L’opera A Melancholic Person (2019), dal titolo profondamente evocativo che ancora l’opera al mondo reale, è un dipinto arioso, dalle dimensioni imponenti, percorso da linee eleganti che creano una connessione con la tela di Maysha Mohamedi, con cui condivide una sottile struttura a griglia su cui fluttuano immagini aniconiche. Mohamedi (nata nel 1980 a Los Angeles, dove vive e lavora) crea quadri astratti intrisi di lirismo, caratterizzati da elementi geometrici e da una tavolozza di colori equilibrata, in grado di riflettere il fragile ordine del mondo naturale.

Julian Hoeber (nato nel 1974 a Philadelphia. Vive e lavora a Los Angeles) è un artista multidisciplinare e multidimensionale la cui pratica spazia tra dipinti tromp l’oeil, sculture architettoniche, fotografia e disegno. Hoeber crea illusioni ottiche e sensoriali che indagano i processi intuitivi e le relazioni tra concetto e forma, coscienza e realtà fisica. L’opera della mostra Fragile and Unregulated presenta una pittura che cresce su una griglia meticolosa, con

graffi leggeri che si librano vorticosi per restituire un senso di spazio e profondità. In un approccio complementare, i due dipinti di Spencer Lewis presentano anch’essi una direzionalità sicura, seppur emerga un maggior senso di casualità. Lewis (nato nel 1979. Vive e lavora a Los Angeles) crea dipinti gestuali e vivaci, che nascono a partire da composizioni digitali e studi rigorosi per poi degenerare in un’improvvisazione esplosiva e muscolare. Seppur astratte, le sue opere evocano la figura umana, grazie alle proporzioni e la tensione verticale che le caratterizza.

Tursic & Mille (Ida Tursic, nata nel 1974 a Belgrado, Serbia. Wilfreid Mille, nato nel 1974 a Boulogne- sur-mer, Francia. Vivono e lavorano in Francia) svolgono il ruolo di disturbatori nell’economica della mostra con un’opera dal primo piano figurativo attorniato da tratteggi sospesi che riecheggiano il dipinto di Zhang Enli. La pratica del duo francese si sviluppa da una riflessione sulla sovrabbondanza di immagini del mondo contemporaneo: i due artisti raccolgono frammenti da Internet, dalle riviste, dai film e da altri media, e si interrogano su come dare a questo materiale preesistente un valore artistico, elevandolo a opera d’arte e salvandolo così dall’oblio e dall’anonimato.

Brian Rochefort (nato nel 1985 a Rhode Island. Vive e lavora a Los Angeles), curatore di Fragile and Unregulated, partecipa al progetto con una nuova scultura in ceramica intitolata Supervolcano, dalle sembianze di un cratere vulcanico sottomarino che erutta un magma denso e rosato.

Read more +
Read less -

OPERE

1 di 7